COVER-UP (freehand)

È passato moltissimo tempo dall’ultima volta che ho tatuato un ventre e avevo dimenticato quanto impegnativo e faticoso è lavorare su questa zona se non perfettamente tonica, senza contare il continuo su e giù dovuto alla respirazione e al battito dell’aorta.
Nonostante questo credo che la cliente ricorderà solo il dolore che così vicino all’ombelico è particolarmente intenso.