Prince of the DesertQuesto ragazzo ha conquistato la mia stima, per la coscienza e la determinazione con cui ha affrontato il progetto.
Non è un caso che spesso lo usi come esempio con i clienti preoccupati dai tempi e/o della gestione economica per la realizzazione di un tatuaggio, soprattutto se di grandi dimensioni.

Arrivò da me poco più che 19enne, con le limitazioni economiche dell’età e della sua condizione di studente, ma aveva ben chiaro il suo progetto, voleva un’intera manica e già sapeva quali soggetti avrebbero dovuto popolare l’opera.
Pensava di realizzarne una parte e poi proseguire successivamente studiando e aggiungendo un pezzo per volta.
Ero aperto alla realizzazione del progetto “pezzo per pezzo”, ma gli spiegai che sarebbe stato decisamente meglio elaborare l’intera opera e poi prendersi tutto il tempo necessario per realizzarlo invece di dover elaborare a distanza di mesi o anni un nuovo soggetto, dovendo studiare di volta in volta il modo migliore per integrare e far combaciare armonicamente i nuovi elementi, correndo il rischio di ritrovarsi un collage di immagini probabilmente meno accattivanti di un’opera pensata con criterio fin dalla partenza.

Non sono mai stato un fan dei collage. Un artista nel tempo cambia, cresce, evolve e sicuramente un progetto studiato in fasi diverse difficilmente riuscirà ad essere organico come un progetto studiato in dettaglio a priori.
Sempre che l’artista che elabora le diverse fasi dell’opera rimanga lo stesso, figuriamoci se diversi.

Ascoltò i miei suggerimenti e fu d’accordo con me, quindi entrammo nei vivo del progetto discutendone tutti i dettagli.
Il tema principale dell’opera è un tuareg, una figura che lo ha sempre affascinato come lo affascina la cultura mediorientale.
il teschio è, manco a dirlo, un memento mori. Lo scorpione su di esso rappresenta suo padre, il cui segno zodiacale è proprio lo scorpione. Le rose del deserto sono un omaggio alla madre in quanto sono i suoi fiori preferiti. La donna sullo sfondo (interno del braccio) rappresenta il bisogno di amore e tenerezza che accomuna ogni uomo, giovane o maturo che sia :P. Il vassoio con la teiera e i bicchieri rappresentano l’amicizia, è ambientato di notte perché a dir suo rende tutto più affascinante e misterioso.

Una volta stabiliti i soggetti non restava che disegnarli.
Elaborai il disegno a matita, quando un progetto mi intriga particolarmente mi piace studiarlo sulla carta prima di passare alla colorazione al computer, altri preferisco disegnarli direttamente sulla tavoletta grafica per comodità, soprattutto se li trovo più semplici.
Arrivando dal mondo analogico faccio ancora fatica a studiare cose complesse totalmente in digitale, anche se a oggi l’uso che faccio della tavoletta grafica è sempre più intenso.

Non restava che cominciare a tatuare.

Dati i suoi 19 anni e le limitazioni economiche del caso fissò appuntamenti ad una distanza tale da permettergli di affrontare la spesa. A volte dovette cancellare alcuni appuntamenti per limitazioni economiche o altri imprevisti che capisco benissimo quando le sedute sono separate da tempi lunghi e ancor di più quando so che il cliente deve fare i conti con disponibilità ristrette, ma questo ragazzo è un esempio di determinazione che molti adulti si sognano.
Aveva un obbiettivo e si è preso il tempo per raggiungerlo, facendo sicuramente dei sacrifici vista l’età e il suo status di studente.
Arrivava, mi diceva qual’era il suo budget del giorno e procedevamo di conseguenza, con calma, per realizzare il lavoro nel migliore dei modi.

Completare l’opera ha richiesto tre anni. Inutile dire che ci sono persone che si fanno una manica nel giro di due mesi, per non parlare di coloro che si “sparano” tre o quattro sedute consecutivamente.
Purtroppo ci sono anche persone che nonostante lo desiderino non hanno la determinazione necessaria per raggiungere i propri obiettivi.

Questo cliente ha dimostrato di essere più maturo di molti adulti.

Aveva un progetto, un desiderio, ha valutato quali erano i passi necessari per ottenerlo, ha pianificato i tempi, la gestione economica, ha resistito al dolore senza batter ciglio e ora può orgogliosamente indossare qualcosa che i suoi coetanei, e probabilmente anche anche molti adulti, sognano.

Grazie mille per questo esempio di maturità di cui tutti avremmo bisogno più spesso 😉