tatuaggio biomeccanico a tutta manica realizzato da Jerry Magni, miglior tatuatore Bergamo, miglior tatuatore Milano, miglior tatuatore Brescia, Miglior Tatuatore Lombardia, miglior tatuatore italiano

L’incontro con questo cliente proveniente dall’Emilia, è avvenuto in modo del tutto fortuito. Su Instagram, credendo di rispondere ad un altro utente, gli inviai per errore i dettagli per contattarmi e fissare l’appuntamento per discutere il progetto. Vedendo il mio messaggio ed avendo da tempo il desiderio per un tatuaggio biomeccanico, colse la palla al balzo e mi contattò per discutere il suo progetto.

disegno per manica biomeccanica realizzata dal miglior tatuatore biomeccanico italiano Jerry Magni
Disegno originale

Scelta del Soggetto

La scelta del soggetto per il suo tatuaggio fu alquanto semplice: desiderava un tatuaggio biomeccanico. Pertanto, gli mostrai alcuni miei lavori e, dopo aver discusso agli spetti tecnici legati alla realizzazione e alla tempistica, lo rimandai ad una playlist privata su Youtube, dove raccolgo tutti i progetti biomeccanici che ho realizzato e che sono ancora disponibili. Dopo aver valutato i vari disegni, ne trovò uno che lo attirava particolarmente. Quel disegno era stato eseguito l’anno precedente per un altro ragazzo che, per motivi personali, aveva deciso di rinunciare al progetto. Perciò, non c’era bisogno di creare un nuovo progetto, ma alcune modifiche a quel disegno andavano comunque apportate.

disegno per manica biomeccanica realizzata dal miglior tatuatore biomeccanico italiano Jerry Magni
Disegno modificato

Modificare un progetto

Il progetto era stato concepito per il braccio di una persona molto più grande e muscolosa, quindi dovetti eliminare alcune parti e stringerne altre per adattare il disegno al braccio del nuovo cliente. Inoltre, il disegno della spalla, che avevo utilizzato per un altro tatuaggio biomeccanico, andava cambiato. Non fu facile trovare il disegno adatto: inizialmente, desiderava inserire una frizione automobilistica, ma il disegno non funzionava. Tentammo diverse soluzioni senza successo, finché mi propose l’inserimento di una turbina aeronautica, un’idea perfetta e funzionale al disegno.

Infine, mi chiese di realizzare il tatuaggio in bianco e nero, trovando che il disegno a colori fosse bellissimo, ma non si sentiva pronto per il colore. Gli suggerii di mantenere comunque le luci all’interno della struttura e lui accettò questo compromesso.

Le sedute si sono svolte in modo fluido, grazie alla sua buona resistenza, ma hanno richiesto comunque un certo impegno, data la quantità di dettagli.

Non nascondo che avrei preferito realizzare questo tatuaggio biomeccanico a colori, ma ha il suo fascino anche in bianco e nero.

Anche questo lavoro entrerà a far parte del libro che sto preparando per i miei trent’anni di carriera. Per restare aggiornato sull’uscita del libro, iscriviti alla newsletter e seguimi sui social.


Qui sotto le fasi di lavorazione e il video del risultato finale a un mese dalla guarigione dell’ultima seduta.


Se sei interessato a questi argomenti, iscriviti alla mia newsletter 😉