Il ciclo della vita in un tatuaggio scolpito

Good Wolf Bad WolfNegli anni ’90 i tatuaggi celtici erano abbastanza diffusi, più nel resto d’Europa che in Italia dove i tatuaggi erano ancora di piccole dimensioni, motivo per cui non ebbi l’occasione di realizzarne, anche se mi sarebbe piaciuto.

Dopo 20 anni mi si è presentata l’occasione di realizzarne uno.
Il cliente voleva due lupo nel suo tatuaggio come ricordo di una antica favola indiana che l’aveva particolarmente colpito.

La favola dei due lupi

Un giorno, un nonno e suo nipote si fermano a guardare il tramontare del sole… In quel mentre, il bimbo chiede al nonno, un saggio capo Cherokee :”“Nonno, perché gli uomini combattono?”.
Il vecchio parlò con voce calma.
“Ogni uomo, prima o poi, è chiamato a farlo. Per ogni uomo c’è sempre una battaglia che aspetta di essere combattuta, da vincere o da perdere. Perché lo scontro più feroce è quello che avviene fra i due lupi”.
“Quali lupi nonno?”.
“Quelli che ogni uomo porta dentro di sé. Ci sono due lupi in ognuno di noi. Uno è cattivo e vive di odio, gelosia, invidia, risentimento, falso orgoglio, bugie, egoismo. L’altro è il lupo buono. Vive di pace, amore, speranza, generosità, compassione, umiltà e fede”.
Il bambino rimase a pensare un istante a quello che il nonno gli aveva appena raccontato. Poi diede voce alla sua curiosità e al suo pensiero:
“E quale lupo vince?”.
Il vecchio Cherokee si girò a guardarlo e rispose con occhi puliti:
“Quello che nutri di più”.

Disegno a matita per tatuaggio celtico in bianco e nero, lupo, trischele, triskell, scolpito, storico, unico, originale. Jerry Magni tattoo artist, bergamo. La Decima Arte, Milano, Brescia, Como, Lecco, Monza, Varese, Parma,Oltre ai due lupi voleva qualcosa che avesse a che fare con il ciclo della vita in cui ovviamente la lotta tra il bene e il male ha una parte fondamentale, almeno nella visione umana.

Aveva visto un disegno vagamente celtico che includeva due lupi e un simbolo al centro che voleva sviluppare dal centro del petto al centro della schiena piazzando il simbolo centrale sulla spalla.

Copiare il disegno di qualcunaltro è eticamente sbagliato quindi rielaborai completamente l’idea dando all’opera un aspetto tridimensionale, come se fosse scolpito.

Al centro inserii un Triskell, simbolo a cui dedicai l’omonimo libro nel 1998 e che a pieno titolo racchiude il ciclo della vita e altri simbolismi.

Alla fine sono riuscito a realizzare qualcosa che avrei voluto fare circa 20 anni fa e sicuramente meglio di come avrei potuto farlo allora 😀

Come scriveva Richard Bach:

Mai ti si concede un desiderio senza che inoltre ti venga concesso il potere di farlo avverare.
Può darsi che tu debba faticare per questo, tuttavia.


Qui sotto il tatuaggio guarido dopo circa un mese.