Il cliente mi disse che voleva un biomeccanico, Punto! Per il resto avevo carta bianca. Adoro questo tipo di clienti :)
Sul braccio vi erano tre vecchi tatuaggi, due scritte di cui una in cinese e una serie di 5 stelle che, sia per la scarsa qualità che per il contrasto con il lavoro che saremo andati ad eseguire avrei coperto molto volentieri. Purtroppo il mio cliente fu irremovibile, voleva conservare quelle cose e mi permise solo di inglobare la scritta in cinese sull’avambraccio, senza però coprirla.

Quando alla fine del lavoro si rese conto che quei vecchi tatuaggi facevano decisamente “a pugni” con il resto del braccio e mi disse che avevo ragione quando dicevo che sarebbe stato meglio coprirli, fu una magra consolazione . Chissà, forse un giorno mi chiederà di coprirli.

Iniziai il lavoro disegnando direttamente sulla pelle del cliente che, inizialmente, mi aveva chiesto, per paura del dolore, di evitare il gomito, sia esterno che interno. Non mi sembrava una una bella idea e cercai di far capire al cliente che avere due “buchi” vuoti nella composizione avrebbe rovinato l’effetto finale ma non posso certo costringere nessuno a fare quel che non vuole; quindi mi adeguai e feci come richiesto.

La prima seduta tra disegno e outline richiese circa 5 ore. A quella seguirono altre 4 sedute e dopo aver finito le sfumature in nero si rese conto che quei “buchi” sull’interno ed esterno gomito rovinavano la composizione. Quindi dovetti inventarmi qualcosa per riempirli. All’interno del gomito decisi di mettere un occhio, all’esterno una bocca.
Tentai ripetutamente di convincere il cliente a coprire quelle 5 stelle e quella scritta all’interno del braccio ma fu inutile. Forse devo lavorare sulle mie abilità di persuasione.

Guarda le immagini del processo di lavorazione qui sotto.
Clicca sulle immagini per ingrandire e poi naviga usando i tasti freccia o scorri con il dito su dispositivi mobili.