MEMORIE DI UNA GEISHA

Memoirs of a GeishaQuesto ragazzo desiderava una geisha in stile trash-polka, uno stile che non mi entusiasma ma che se ben eseguito può dare delle soddisfazioni, anche se a mio parere questo, come altri miei lavori del genere, non può considerarsi trash-polka, a meno di inserire in quella categoria ogni lavoro in bianco e nero con una botta di colore rosso. Un lavoro che comunque mi soddisfa e che è stato piacevole eseguire. Se tutti i clienti fossero come questo ragazzo le giornate sarebbero certamente più serene. Una seduta di otto ore senza un lamento, solo qualche grugnito verso la fine ma dopo un’intera giornata di aghi è più che comprensibile e ragionevole. Ora non vedo l’ora di vederlo guarito.